Le Nostre Serie

                           Zatara

Consigli per la lettura: da pc basta centrare il riquadro sottostante con il fumetto e cliccare sulle frecce che compaiono sulle tavole, a destra e sinistra, per voltare pagina avanti e indietro.

Da cellulare, i-pad e tablet: cliccando al centro della tavola il fumetto si aprirà a tutto schermo e basterà scorrere il dito sul fumetto per spostarsi avanti e indietro.

E Buona Lettura!

ZATARA
Master Magician

Avete mai sentito parlare di Giovanni Zatara?  No? Bhè, neanch'io.

Giovanni,  meglio conosciuto come John Zatara, è un tipo a metà strada tra l'Infervorato Rodolfo Valentino, e Mandrake. Proprio quel Mandrake, non quello della mandrakata di Sir Proietti, parlo di Mandrake il Mago per Antonomasia. Cilindro, smoking, bastone, silenzioso e discreto come un ombra, con lo schiavo nero Lothar al seguito. Mandrake cavalca il fascista che spinge l'accelleratore dentro ognuno di noi, quando subiamo dei soprusi. Questa interessante spinta verso la prevaricazione assoluta, la Magia, è la forma più alta, imprevedibile e invincibile che si possa contrastare. Mandrake con un breve cenno del capo può far avvenire di tutto, anche cambiare la traiettoria di un coltello, per non parlare del trasformare direttamente i suoi antogonisti in esseri innocui come pezzi di legno...non so se mi spiego, praticamente non c'è nulla che possa fare o in cui riesca. Giovanni Zatara trae dalla sua essenza la propria ragione d'esistere. Ma si trova anche lui impotente ad assistere l'alba di una dirompente bomba atomica concettualistica, che prevarica qualsiasi concetto della nostra conoscenza (ma anche della coscienza intesa come consapevolezza) e che ancora aneliamo di intercettare pianemente perchè sovradimensionata alla nostra attuale esistenza. Superman (per Superman intendiamo quello dei primordi, quello che compieva grandi balzi invece di volare) utilizzava essenzialmente una forza oltremisura.

La Forza, associata all'invulnerabilità, è un Potere assoluto perchè rappresenta la completa invulnerabilità. L'Uomo Invincibile. Quello che non si può battere e combattere. L'unico che poteva contrastarlo doveva essere per forza qualcosa di materialmente inafferrabile. Quindi la MAGIA! Solo la Magia poteva battere Superman. Così, in Action Comics #01, a far da spalla (o direi meglio, a cercare di tenergli testa) a Superman, c'era appunto lui, Giovanni Zatara.

Un tizio che andava vestito praticamente nello stesso identico modo di Mandrake (ad un certo punto gli son spuntati pure spudoratamente pure i baffi!), ma che narrava esoteriche discendenze italiane. Ad un certo punto racconta addirittura d'avere discendenze, nientepopòdimenocche con Da Vinci. Esatto. Parlo PROPRIO DI QUELLO. DI Leonardo. Ma non è finita qui! Chevvepareva... Perchè basta dirvi che tutto cominciò da un semplice kit della magia che lo zio di Giovanni regalò a suo nipote. Incredibilmente, fu proprio quel semplice kit ad accendere il destino di un Mago della sempiterna esistenza, un essere dalla potenza inarrestabile.

Il segreto del suo potere risiedeva in una abilità del linguaggio, per alcune persone non difficile (avevo un'amica che fin da bambina riusciva a fare interi discorsi parlando al contrario), ma lo leggerete con i vostri occhi tra poco! Questa piccola trovata, lo differenzia dalla vasta mole di succedanei che arrivò di lì a poco.

Zatara venne creato da Fred Guardineer, autore pieno di talento che lavorò contemporaneamente anche su altre serie di Action Comics tra cui Speed Saunders e Pep Morgan, e che si conclamò definitivamente anni dopo con Durango Kid.

Signore & Signori, ecco quindi a voi Giovanni Zatara, un personaggio che non dimenticherete facilmente...

ZATARA
Episodio 1: "Attacco Al Treno Merci"

Storia & Disegni: F. Guardineer

Traduzione: Francesco Balestri

Lettering e Supervisione:  S. Santella