La Leggenda di Lone Ranger

John Reid era un giovane ranger del Texas. Divenne il Lone Ranger dopo essere rimasto l'unico sopravvissuto di un imboscata compiuta ai danni di un squadra di Ranger. Da quel momento, indossa una maschera per nascondere la sua identità e viaggia per tutto l'Ovest, lottando per la legge e l'ordine.








Il Ranger del Texas, John Reid e suo fratello maggiore, il capitano Dan Reid, facevano parte di una squadra di sei Ranger alla ricerca di una banda di pericolosi fuorilegge guidati da Butch Cavendish . Assistiti da un ricercatore di tracce di nome Collins (che era stato segretamente impiegato da Cavendish), i Ranger furono indotti a pensare che la banda fosse accampata in una zona all'estremità di un canyon chiamato Bryant's Gap , ma Collins aveva mentito ai Ranger. Infatti Cavendish e i suoi uomini stavano aspettando in agguato ai bordi di entrambi i lati del divario. Dato che era quasi buio, il piano di Cavendish era di aprire il fuoco sui Ranger mentre cavalcavano e di continuare a sparare finché non fossero stati sicuri che fossero tutti morti.

Cavendish si convinse che i Ranger fossero stati tutti uccisi nell'imboscata, e invece John sopravvisse. Tornò in salute dopo essere stato trovato da un indiano di nome Tonto , che si ricordava di John da quando una volta gli aveva salvato la vita da ragazzini. John riconobbe Tonto, lo associò ad un gioco indiano, il Kemosabe", che significava"esploratore fedele". Tonto fece poi l'osservazione che John era l'unico Ranger rimasto, chiamandolo" ranger solitario". John si rese conto che resterà un uomo contrassegnato a vita una volta che Cavendish scoprirà che è sopravvissuto, ma Tonto rassicura lui di aver fatto sei tombe seppellendo solo cinque uomini, così i fuorilegge penseranno che John sia morto con gli altri.

Con la ferrea determinazione di consegnare Cavendish e la sua banda alla giustizia per i crimini commessi, John decide che il suo nome resterà sepolto insieme a suo fratello ed ai suoi colleghi e quindi assume un'identità segreta e un travestimento, come suggerito da Tonto che gli fabbrica una maschera dalla stoffa dal giubbotto di suo fratello. Quando John dichiara che diventerà il Lone Ranger, Tonto promette di aiutarlo.

Durante l'imboscata, Dan confidò a John che sua moglie e suo figlio stavano arrivando dall'Oriente, e lo esortò a prendersi cura di loro in caso di disgrazia. Dan si fece anche promettere da John che avesse lasciato i Rangers per andare a lavorare alla miniera d'argento segreta che possedevano insieme, per farne ottenere una parte alla sua famiglia. Una volta completamente guarito, John assume un vecchio amico, un Ranger in pensione di nome Jim, per lavorare alla miniera per conto suo. John racconta a Jim dell'imboscata e della sua intenzione di diventare Lone Ranger, e poi fa una richiesta insolita a Jim, cioè di forgiare dei proiettili d'argento per lui. Pensando che i proiettili di piombo siano altrettanto efficaci, Jim chiede spiegazionii su questa insolita richiesta. Così John spiega che i proiettili d'argento non devono essere usati come un'arma, ma come simbolo, un simbolo di giustizia per ricordare a sé stesso e agli altri, che la vita, come l'argento, ha valore e non deve essere sprecata. Jim è d'accordo con l'idea e produce i proiettili d'argento. John giurerà a Jim di mantenere segreta la sua vera identità, e quindi gli dice che, per quanto riguarda gli altri, la miniera gli appartiene. Jim è d'accordo e John, con Tonto, esce per la prima volta come Lone Ranger.

Inizialmente, il Lone Ranger si è insignito del titolo di fuorilegge, per rendere più semplice il compito di infiltrarsi nei campi dei banditi per catturare i membri della banda di Cavendish, missione che ha richiesto parecchi anni per essere completata. Ma anche mentre lo faceva, il Ranger Solitario ha fatto di tutto per soccorrere coloro che incontrava lungo la strada che ne avessero bisogno. Le sue avventure e il suo eroismo hanno fatto ottenere a lui e Tonto una diffusa reputazione come campioni di giustizia, venerati e ammirati dai buoni, temuti e insultati dai cattivi, ma rispettati da entrambi.

Quindi, Lone Ranger e Tonto erano infine goiunti sulle tracce dello stesso Cavendish, quando questi li fece cadere in un'altra imboscata, sparandogli addosso e uccidendo il cavallo del Ranger. Avendo bisogno di una nuova cavalcatura, il Ranger Solitario si ricorda di aver visto un magnifico selvaggio stallone bianco che viveva nella Wild Horse Valley, e così decise di cercare quel cavallo mentre continuava la caccia a Cavendish.

Trovano il grande mustang mentre combatteva un feroce scontro con un bufalo, il quale aveva infine preso il sopravvento sulla tenace bestia, e stava per finire il cavallo. Quando all'improvviso cade colpito da un proiettile, ucciso dal Ranger Solitario, che ha poi rimesso in salute il cavallo ferito. Per quanto il Lone Ranger volesse il cavallo, era disposto a lasciarlo andare mentre combatteva per la sua libertà, perchè meritava di essere libero. Quando Tonto osservò il luccicante mantello del cavallo dicendo che sembrava "bianco argento", il Lone Ranger decise che Silver sarebbe stato un buon nome per il cavallo e così lo chiamò. In un gesto più forte della gratitudine, il cavallo restò in piedi, diventando il suo fedele inossidabile compagno. Il Lone Ranger allenò lo stallone selvaggio che ha imparò rapidamente.

In groppa alla forte e veloce cavalcatura di Silver, Lone Ranger fu in grado di sorpassare e catturare Cavendish, completando finalmente la sua lunga missione. Ma anche dopo aver raggiunto il suo obiettivo, il Lone Ranger decise, per un bene superiore, di continuare ad aiutare a spianare la strada alla legge e all'ordine nei selvaggi territori dell'ovest, e con Tonto sempre al suo fianco, continuò a indossare la maschera e a mantenere l'identità del Lone Ranger.

La versione radio del Lone Ranger è stata interpretata da diversi attori nel corso della serie. I più memorabili furono Earle Graser , che interpretò il ruolo dall'aprile del 1933 fino alla sua morte in un incidente d'auto nell'aprile del 1941, e Brace Beemer , che prese il posto della morte di Graser e interpretò il Ranger fino alla fine della serie nel settembre del 1954. Per facilitare la transizione tra Graser e Beemer, Lone Ranger trascorse diversi episodi ferito e incapace di parlare al di sopra di un sussurro.

Sessione di gruppo di una puntata radiofonica di Lone Ranger

Il Lone Ranger originale fu invece George Seaton , che era nel programma radiofonico fin dalla prima puntata, a gennaio, fino all'aprile dello stesso anno, il 1933. Il regista, Jack Deeds, e l'annunciatore di lunga data, Fred Foy, intervennero invece negli episodi di riempimento (in gergo, fill-in), rispettivamente tra il 1933 e il 1954.

La prima versione filmata di Lone Ranger in un serial cinematografico in 15 capitoli avviene nel 1938. Il serials era intitolato "The Lone Ranger", ed interpretato da Lee Powell nei panni del Ranger mascherato. Ma in realtà questo era un progetto per lanciare anche i cattivi del Serials. Questa serie è stata

scena tratta da The Lone Ranger Rides Again

successivamente modificata con il nome di "Hi-Yo Silver". Visto il grande successo del personaggio in tv, l'anno seguente, nel 1939, venne realizzato un secondo serial, "The Lone Ranger Rides Again", anch'esso 15 capitoli. Questa volta venne assunto Robert Livingston per interpetare il personaggio.

Ma in America, l'adattamento del personaggio più ricordato è probabilmente quello tv. The Lone Ranger debutta nel 1949 ed è il primo programma occidentale in onda sugli schermi tv. Clayton Moore è stato Lone Ranger per le prime due stagioni, dal 1949 al 1952. Dopo una disputa contrattuale, Moore fu sostituito nella terza stagione (1953-1954) da John Hart. Moore tornò infine al suo ruolo per le ultime stagioni, dal 1954 al 1957, e il suo nome restò associato al personaggio fino alla morte, avvenuta nel 1999.

Nel 2003 la rete televisiva WB ha cercato di creare una nuova serie TV sul Ranger Solitario, e ha commissionato un episodio pilota di due ore. Chad Michael Murray venne scelto come protagonista. I produttori hanno cambiato molteplici aspetti della storia, incluso il vero nome del Ranger (che divenne Luke Hartman), per cercare di attirare il pubblico adolescente di Dawson's Creek . Resa e impostazione del progetto lo si può ben comprendere dalle espressioni dei due tizi qui a fianco.

Il pilota non è stato accolto bene, e la serie è stata giustamente chiusa.

Clayton Moore fu il primo attore a portare il personaggio del Ranger Solitario dallo schermo TV allo schermo cinematografico per due film. Nel primo, The Lone Ranger del 1956 della Warner Bros, fu la prima volta che il Ranger appare in un film a colori. Venne rilasciato l'estate prima dell'unica stagione di episodi a colori dello show televisivo.

Nel secondo lungometraggio, " The Lone Ranger and the Lost City of Gold " (1958), della United Artists, fu l'ultima volta che Moore interpretò il personaggio in modo ufficiale, dato che venne rilasciato dopo l'annullamento della serie TV.

The Lone Ranger è poi tornato sul grande schermo nel 1981 con un grande budget. Il film The Legend of the Lone Ranger , racconta la storia delle origini. Klinton Spilsbury ha interpretato il personaggio principale del film, sebbene i suoi dialoghi sono stati successivamente sovraincisi da James Keach. Il film è stato un fallimento inconfondibile al botteghino, dovuto in gran parte a una mossa di Jack Wrather, che possedeva i diritti di Lone Ranger. Nel tentativo di non "confondere" i fan, Wrather decise di ottenere un ordine del tribunale che impedisse a Clayton Moore di apparire in pubblico indossando la maschera. Questa mossa ha causato un'enorme pubblicità negativa poiché il pubblico conosceva ancora Moore come Lone Ranger nelle sue ancora frequenti apparizioni pubbliche. Di conseguenza i fans del personaggio sono rimasti lontani e il film ha fatto a malapena i due terzi del suo budget originale di $ 18 milioni.

un'altra scena di Legend of Lone Ranger

A parte il fiasco pubblicitario, in Legend è la prima volta che a Lone Ranger viene assegnato un nome completo. Il suo cognome era ovviamente Reid, ma in tutte le serie radiofoniche e televisive non fu mai dato un nome. In questo film c'è la prima apparizione "ufficiale" del nome John, il nome precedentemente apparso nel racconto radiofonico).

Un nuovo film di Lone Ranger , diretto da Gore Verbinski , è stato realizzato nel 2013. Armie Hammer, che ha interpretato entrambi i gemelli in The Social Network, è stato scelto come Lone Ranger, e poi Verbinski ha scelto Johnny Depp per interpretare Tonto .

Questo film è stato accusato di de-enfatizzare Lone Ranger a favore di Tonto e della performance di Depp. Inoltre questo film è stato anche un flop, essendo costato circa 250 milioni di dollari (non inclusi altri 150 milioni di dollari per i costi di marketing), e guadagnandone solo $ 260 milioni al botteghino di tutto il mondo.

Lone Ranger giunse anche ai più piccoli nei cartoni animati. Nel lontano 1939, la Warner pubblicò il cartone animato diretto da Bob Clampett The Lone Stranger e Porky , con Porky Pig interpretato da una parodia di Lone Ranger. Questa versione animata di Lone Ranger indossa una maschera che copre tutto il viso tranne i suoi occhi, e usa persino i nomi di Tonto e Silver.

In tv, ci sono state due serie animate di The Lone Ranger , entrambe trasmesse su CBS. La prima è stata prodotta da Halas e Batchelor con 26 episodi (ciascuno composto da tre racconti) che andarono in onda dal 1966 al 1969, ed è quella riportata nell'immagine a lato, serie ben nota anche al pubblico italiano che ha superato almeno i 40anni.

Una seconda serie, prodotta dalla Filmation, venne prodotta e trasmessa con 28 episodi dal 1980 al 1982; in questa versione Lone Ranger è stato doppiato dall'attore William Conrad (accreditato come "J. Darnoc"), mentre Tonto era doppiato da Ivan Naranjo, un attore della Blackfoot Southern Ute che veniva dal Colorado.

Nel 2006, Dynamite Entertainment ha iniziato una nuova serie di fumetti basata sulla leggenda di Lone Ranger. La serie è iniziata con un arco narrativo di sei numeri che racconta le origini di Lone Ranger. Questa re-immaginazione della storia presenta alcune modifiche rispetto alle versioni precedenti. In particolare, Butch Cavendish, sebbene abbia ordinato l'imboscata, non l'ha condotta. Stava perseguendo altrove ambizioni politiche. Inoltre, c'è l'aggiunta di Julius Bartholomew , noto anche come Black Bart, inviato da Cavendish per assicurarsi che tutti i Ranger fossero uccisi. Inoltre, non è stato Dan Reid a condurre i Ranger nell'imboscata, il capitano è James Reid, il padre di Dan e John. Questa serie mostra John Reid che sta vivendo molti più i dolori della crescita rispetto a quanto mostrato in precedenza, mentre sta per diventare Lone Ranger.

19 visualizzazioni