...e venne l'Ultra-Umano!

Aggiornato il: mar 21

Storia dell'uomo che osò sfidare Superman prima di Lex Luthor. L'antitesi del SuperUomo/Superman è l'UltraUmano /Ultra-Humanite.




Un anno dopo la sua prima apparizione, Superman era un diventato un fenomeno. Il Time scriveva: "Superman sta rapidamente diventando il numero 1 tra i passatempi preferiti dai giovani negli Stati Uniti".

In un anno, le vendite mensili di Action Comics erano più che raddoppiate, le tirature avevano superato il milione di copie. Bambolotti, action figures in legno, set di pittura, puzzle, libri da colorare e giochi cominciarono a comparire da tutte le parti con lo stemma di Superman in bella mostra. Con una mossa di marketing particolarmente sapiente, Daisy Manufacturing rilasciò l'Official Superman Krypto-Raygun nel periodo precedente al Natale

del 1940, una pila luminosa a forma di pistola che lancia sul muro la scena emozionante di una storia di Superman in 28 immagini ,ogni volta che si preme il grilletto! Con una coincidenza non proprio esaltante, il numero di Action Comics apparso in edicola all'epoca mostrava Clark che riparava nel suo mai più menzionato laboratorio, ed emergeva con la Krypto-Raygun - "un'invenzione sorprendente con la quale posso scattare foto" - "svilupparle nella pistola" - "lanciarle su un muro!") Presto i genitori poterono comprare ai loro figli mocassini, biancheria intima, tute e costumi da bagno di Superman.

A festeggiare un anno dalla sua prima apparizione, esce una testata su Superman stand-alone di 64 pagine. Era la prima volta che veniva dedicata una testata intera ad un unico personaggio. Superman era il fenomeno del momento. Venne sfruttato quanto possibile, nell'aprile del '39 Superman #1 apparve addirittura sugli spalti degli stadi. Insomma, il personaggio di Siegel & Shuster procedeva a gonfie vele.

Gradatamente i due cominciarono ad aggiungere sempre più presunzioni scientifiche alle storie. Guardare Superman lanciare i mafiosi in giro era divertente, ed era ancora più emozionante quando i proiettili rimbalzavano su quella grande S rossa, ma era il momento di alzare la posta in gioco, di fornire a Superman qualcosa che non aveva mai affrontato

veramente: una sfida. E' per questo che, dopo appena un anno dal suo debutto, Superman si è confronta con il suo primo, in senso stretto, Supervillans. Costui era un brillante scienziato conosciuto inizialmente solo come Ultra-Humanite. Il nome creato da Siegel, gioca con le parole opposte a quelle del nome dell'Uomo d'Acciaio: Super/Ultra, Uomo/ Umano.

La storia in cui appare inizia in modo abbastanza classico, con Superman che si propone di sconfiggere il racket di protezione che sta prendendo di mira le compagnie di taxi della città. L'azione prende una svolta inaspettata quando Superman segue il capo dei gangster fino a una cabina remota, per poi ritrovarsi intrappolato da uno scienziato, calvo, dagli occhi malvagi, e su una sedia a rotelle. È lui, Ultra Humanite. L'Ultra-Umano, è perfettamente speculare a Superman: è il più umano degli umani, fragile, ridotto su una sedia a rotelle, ma intelligentissimo, l'esatto opposto di Superman. E questo sarà lo stesso gioco di specchi riprodotto nel film Unbreakable tra il personaggio di Bruce Willis e Samuel L. Jackson, chissà se Shyamalan aveva mai letto questo storia, ma è anche il meccanismo che sta alla base della maggior parte dei rapporti tra gli Eroi e le sue Nemesi incarnati in qualsiasi forma artistica, dal fumetto al cinema, alla letteratura.

Con dinanzi il nostro eroe, Ultra-Humanite si abbandona al più prosaico dei monologhi malvagi per presentarsi e tendere 'incosciamente' la mano al nostro eroe: "Finalmente ci incontriamo, eh? Era inevitabile che ci scontrassimo! Sono il capo di un vasto giro di imprese malvagie. . . Tu hai interferito spesso con i miei piani, ed e' ora che tu venga rimosso. . . . Potresti avere una forza incredibile - ma ti stai mettendo contro una mente estremamente geniale! Sono conosciuto come Ultra-Humanite! Perché? Perché un esperimento scientifico mi ha permesso di possedere il cervello più agile e colto della Terra! Purtroppo per l'umanità, preferisco usare questo grande intelletto per il crimine. Il mio obiettivo? Il dominio del mondo!"

Superman si libera e lo combatte. Ultra-Humanite sembrerà morto, anche se il suo cadavere non è ritrovato... In realtà, come accade sempre quando non si trova un cadavere [nei fumetti, eh!] fuggiper tormentare l'Uomo d'Acciaio in altre avventure fino al numero 21 di Action Comics in cui farà la sua ultima apparizione, per essere sostituito dalla nemesi ufficiale di Superman, Lex Luthor, il quale compare per la prima volta nel 23° numero.

La prima vera nemesi di Superman aveva una mente alla Mengele. Si potrebbe immaginare che uno scrittore nella posizione di Siegel, che si mette in gioco storia dopo storia per stare al passo con la crescente domanda, apprezzerebbe le infinite possibilità narrative di una tale creazione. E invece no: a due pagine dal rivelare la sua identità...lo scopriremo solo continuando a seguirci. Sappiate solo che Ultra-Humanite mostrerà una morte quasi certa prima di lasciare il passo a Luthor.

Ma essendo il fumetto un fumetto, il personaggio tornerà, non prima di parecchi decenni - e solo dopo aver subito un'altra trasformazione fisica ancora più estrema, una specie di involuzione che ne ramifichi ulteriolmente la sua primordiale essenza umana, e che lo differenzi da Lex Luthor, non solo fisicamente, visto che era anch'egli calvo, ma anche per le caratteristiche fisiche. Infatti il nuovo Ultra-Humanite non è più umano, figuriamoci su una sedia a rotelle.

Dopo la creazione del DC Multiverse, Ultra-Humanite sarebbe tornato su Terra-2, la casa dei supereroi creata per la prima volta negli anni '40, tra cui il Superman della Golden Age e la Justice Society of America. Trasferendo la sua coscienza nel corpo di una scimmia albina geneticamente alterata, Ultra-Humanite riacquista la sua mobilità, e acquisisce abbastanza forza fisica da tenere testa a squadroni di Supereroi, creando rogne alla JSA e alla All-Star Squadron di Terra-2 .

In seguito alla fusione del Multiverso alla fine della crisi sulle Terre Infinite , Ultra-Humanite conserva le sue origini degli anni '40 e il suo rancore nei confronti della JSA. Rubando il corpo di Johnny Thunder, Ultra-Humanite ripristina la giovinezza del corpo e riesce a conquistare il mondo solo per essere apparentemente ucciso da Crimson Avenger, il quale si vendica per aver ucciso il suo predecessore.

A seguito degli eventi che alterano la realtà di Infinite Crisis , le origini di Ultra-Humanite sono state rivelate e ce lo hanno presentato come un giovane genio di nome Gerard Shugel che soffriva di una condizione degenerativa che ha influenzato la sua mobilità. Mentre la salute di Shugel peggiorava fino all'età adulta, i cattivi che viaggiavano nel tempo, Per Degaton e Despero, si offrirono di trasferire la sua mente in una rara scimmia albina dalla città di Gorilla. Dopo numerosi scontri con gli eroi della DCU, la mente di Shugel viene trasferita in un corpo giovane e sano clonato della sua forma umana, fingendo una redenzione dai suoi modi malvagi.

Mentre una versione aggiornata del classico Ultra-Humanite è emersa nella nuova linea temporale di Earth-2, la nuova era 52 ha visto il cambiamento più drastico di Ultra-Humanite, trasformandolo in un alieno che si nutre di paura intrappolata nella Zona Fantasma.

Dopo essere fuggito a Smallville, Superman avrebbe infine sconfitto definitivamente questa versione di Ultra-Humanite sovraccaricandola di emozioni.

35 visualizzazioni