Capitan Marvel 10: "Flirt con la Morte"

Aggiornato il: apr 10


Da Wiz Comics 10, Novembre 1940

Storia: Bill Parker

Disegni & Chine: C. C. Beck

Traduzione: C. Bedocchi

Lettering & Supervisione: MLC















Un'inquietante serie di coincidenze mette in pericolo la sicurezza degli Stati Uniti, e la presenza della bella Beautia non fa presagire nulla di buono. Capitan Marvel lotterà per salvare la nazione o la bella imperatrice?

L'episodio prende ispirazione da un importante attacco aereo avvenuto lo stesso mese della pubblicazione dell'albo, un episodio noto come La Notte di Taranto del 11 novembre 1940. Oggi i disegnatori, gli sceneggiatori, tendono a prendere tempo per realizzare un buon prodotto finito, all'epoca non era rinomata la velocità nel realizzare fumetti, o, come abbiamo letto in altri articoli di Dossier9, non c'era tempo. Disegnatori e scrittori erano trattati come i cinesi nei casermoni di oggi: senza alcun rispetto per la creatività, a lavorare anche per 16 ore consecutive. Erano anche in grado di realizzare un fumetto completo in soli due giorni.

Così, strappata qualche vignetta da qualche episodio già pubblicato, un paio di pagine da un'altra storia in preparazione, aggiunto qualche passaggio mancante qua e là, ed ecco servita la storia che vi accingete a leggere, "Windget death", da noi tradotta in"Flirt con la morte", disegnata dal solido Beck.

La Notte di Taranto fu importante a livello mediatico perché mostrò al mondo intero la potenza di fuoco e l'incapacità di reazione di fronte ad un massiccio ed indiscriminato bombardamento aereo. Avvenne ad opera della Royal Navy britannica ai danni della flotta navale della Regia Marina Italiana, dislocata nel porto di Taranto. All'epoca, la Regia Marina Italiana era considerata la 5° potenza navale al mondo subito dopo quella degli Stati Uniti, della Francia e dell'Inghilterra, ma a livello numerico era invece alla pari. In realtà, era forse ben oltre quello che si conosceva, e proprio per questo l'attacco di Taranto divenne essenziale alla II° guerra per indebolire le armate dell'Asse. Tre delle cinque corazzate furono messe fuori gioco, e questo fu un colpo notevole che indebolì il controllo del Mediterraneo.

I riferimenti tra La Notte di Taranto con il 10° episodio di Capitan Marvel/Shazam sono fin troppi per un evento avvenuto quello stesso mese, ma non ci sarebbe neanche da stupirsi. Molte future storie di Shazam sono rinomate proprio per l'aderenza e l'ispirazione ad eventi bellici della seconda mondiale in atto quei giorni, come ad esempio tutti gli episodi della saga della Society of Evil. E poi la storia, rispetto ad altre che abbiamo letto di Shazam, (tralasciando l'arzigogolato avvio che poteva anche provenire dal materiale di un'altra storia), si svolge senza troppi guizzi e colpi di scena, nel massimo della 'familiarità' a cui ci ha abituato Parker, tranne per il brutale sistema per uccidere il piccolo Billy che sembra venire da uno degli episodi dei Batman & Robin con Adam West.

Non resta che augurarvi Buona lettura!



21 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti