Il Ragno Verde,

 aka L'Araña Verde

La Arana Verde # 01 Page 01.jpg
Durante questa bizarra indagine, mi capita spesso di venire a capo di faccende che forse sarebbe meglio tenere sepolte. Come il caso de L'Aràna Verde.

        Mi trovavo in Messico per prendere contatto con un informatore importante all'indagine. È cosa nota che, nei suoi, quasi 100 anni, di storia di fumetto nazionale, i fumetti messicani hanno personaggi sorprendenti,. Il Messico ha creato varie figure contrastanti il male, combattenti, principi, ladri e anche un ragazzo con poteri metafisici che guida una truppa di robot trasformabili. E tra questa varietà molto creativa di entità fantastiche, il mio contatto, dopo avermi rilasciato informazioni preziose, mi accenna qualcosa che cattura immediatamente la mia attenzione. Parlo appunto de L'Araña Verde, The Green Spider, Il Ragno Verde.

Erano gli anni Cinquanta e nel mondo dei fumetti, c'era un boom pazzesco per storie di fantascienza, derivate dalle innvovative tecnologie per la costruzione di razzi spaziali, dal lancio dello Sputnik, e dai numerosi avvistamenti UFO. È in questa atmosfera scifi che si diffonde La Araña Verde, nel 1955. Questo supereroe è sì totalmente messicano, ma risulta fortemente influenzato dall'estetica e dalla narrativa dei fumetti americani dell'epoca. È evidente nella colorazione, dalla forma dei disegni e

delle vignette, che ricordano abbastanza i lavori iniziali della rivista  MAD, ed il lavoro di Fletcher Hanks, fumettista dell'età d'oro del cartone americano. Anche i nomi dei personaggi e dei luoghi sono totalmente fittizi, un po come faceva la DC Comics agli inizi. Accade quindi che Il Ragno Verde si chiama Steve Harley, ed uno scienziato superintelligente, abile nelle arti marziali e atleta, che giocando con la scienza, la tecnologia e le abilità mentali, combatte il male nella città di Royal, supportato dall'ispettore Murdok della polizia, e utilizzando poteri simili ai ragni, oltre alla sua pistola che spara ragnatele con cui oscilla attraverso i grattacieli della città.

Vien naturale pensare che questo personaggio sia una copia messicana di Spider-Man, ma L'Uomo Ragno di Stan Lee fu creata nel 1962, sette anni dopo la comparsa de L'Araña Verde, e quindi si potrebbe pensare che sia avvenuto il contrario, cioé che il Ragno Verde sia stato fonte d'ispirazione per Stan Lee durante la creazione del famoso tessiragnatele rosso. 

Vien anche da pensare che di conseguenza L'Arana Verde sia stato ispirato da The Blue Beetle, un personaggio creato nel 1939 da Charles Nicholas per il defunto editoriale Fox Comics, e in seguito acquistato dalla DC Comics. Blue Beetle , come  L'Arana Verde, è un super genio scientifico e tecnologico che crea un grande arsenale per combattere il male.

Le storie de L'Arana Verde risultano scritte da Enrique Cuadra Abrego e Roberto Reynoso, disegnate di Joseph T. Contreras e da Cuadra Abrego stesso, è stato finora praticamente impossibile trovare altre informazioni su questi tre artisti. Neanche il mio contatto messicano ne sa nulla. I fumetti sono le uniche tracce di questo personaggio e di questi tre autori. Furono pubblicati 8 numeri de L'Arana Verde, in un formato innovativo per quei tempi a causa delle loro grandi dimensioni di stampa, formato fanzine a colori, quando la maggior parte dei fumetti in Messico invece erano piccole pubblicazioni tascabili, in color seppia, o bianco e nero. I numeri stampati vagano per la rete su siti di aste e ammiratori, ma sono molto pochi, quindi se qualcuno è interessato sarà una dura caccia.

Vale la pena ricordare questo fumetto, sia per la possibile influenza ad un personaggio ormai immortale come Spiderman, e perchè lo stile ricorda opere di Roy Lichtenstein, con l'utilizzo del retino, e con colori molto di base. Il Ragno Verde risulta una piacevole scoperta, in quanto è il ricordo di ciò che ha ipnotizzato per un brevissimo periodo il mondo del fumetto messicano.

Episodi del Ragno Verde